Lido di Volano, rinascono dalla cenere le opere di Menegatti

Lido di Volano. E’ ormai noto a tutti che al confine tra il Lido di Volano e quello delle Nazioni si è ormai consolidata una “galleria d’arte” fatta di quello che il mare rilascia in abbondanza sul litorale durante le mareggiate: i rifiuti. Ma da questi rifiuti un artista di talento come Enrico Menegatti ha tratto lo spunto per formare quella che può essere senz’altro considerata una galleria d’arte.

Purtroppo neppure in questo posto raggiungibile solo a piedi o in bicicletta e meta di turisti-salutisti desiderosi di bellezza e salute, le sculture di Menegatti hanno potuto vivere tranquille. E’ cronaca dei nostri giorni il tentativo portato avanti da ignoti vandali di cancellare le opere di Menegatti e, anzi, di intimidirlo con messaggi mafiosi che, allo stato, sono oggetto di indagini da parte dei carabinieri.

Ad ogni modo l’artista non si è lasciato intimidire e le sculture distrutte sono riapparse ogni volta che sono state distrutte totalmente o parzialmente. Inoltre c’è un continuo via vai di gente che arriva in questo punto solo per vedere le sculture fatte di legni abbandonati dal mare.

Da parte nostra rivendichiamo il primato per aver segnalato le sculture all’esordio quando ancora non era chiaro che dietro le opere così magistralmente eseguite si celava, in realtà, un vero artista.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*