Daini di Lido Volano, raccolte 30mila firme per evitare le catture – estense.com 20.1.23

La rete di associazioni a tutela dei daini chiede alla Regione Emilia-Romagna il ritiro della delibera “ammazza daini” e l’installazione di dissuasori lungo le strade

Lido di Volano. Sono quasi 30mila le firme raccolte dalla Rete di Associazioni Tutela daini della Pineta di Classe e Lido di Volano per chiedere alla Regione Emilia-Romagna il ritiro della delibera “ammazza daini” e l’installazione di dissuasori lungo le strade.

Un ottimo risultato per le associazioni che da alcuni mesi hanno lanciato una petizione contro l’idea della Regione di effettuare una procedura di gara per la cattura dei daini nell’area protetta del Parco del Delta, tra Lido di Classe e Lido di Volano. Una mobilitazione per salvare i daini che ha mosso le coscienze di migliaia di firmatari, grazie all’impegno di volontari da tutte le parti della regione che hanno raccolto quasi 6mila firme cartacee nelle famiglie, negli esercizi commerciali, nelle sedi di associazioni, da Rimini a Parma, con punte altissime ovviamente nel Ravennate e nel Ferrarese. Grandissimo successo anche per la petizione online, espressamente rivolta solo ai non residenti in regione, che al momento conta ben 23mila sottoscrizioni.

In tutto, dunque, quasi 30 mila firme. “Giusto in questi giorni – spiegano gli attivisti della Rete in una nota stampa – viene riportato dalla cronaca un presunto incidente lungo l’Adriatica causato da fauna selvatica: ci chiediamo con quale incoscienza le istituzioni attendano a braccia conserte. Ma il lavoro degli attivisti non si fermerà qui. Fino a che la delibera 140 non verrà ritirata e non si passerà a misure di prevenzione adeguate vicino alle arterie stradali e ai campi coltivati, la battaglia di civiltà che si sta conducendo da anni non avrà fine. Ricordiamo anche che nella pineta di Classe sono comparsi nove lupi, e almeno tre ne sono stati avvistati nel Ferrarese; una volta eliminati i daini, la Regione intende armarsi anche contro di loro?”

La Rete di associazioni ridorda che “i daini sono una risorsa naturale, possono diventare attrazione turistica ineguagliabile; la loro vita è in pineta e non dentro un recinto o dentro al piatto”.

La raccolta delle firme on line continuerà ancora per qualche settimana a questo link https://www.change.org/p/petizione-ufficiale-per-i-daini-della-pineta-di-classe-ra-e-di-lido-di-volano-fe, in attesa del deposito finale presso la Regione delle firme raccolte.

Commenta per primo

Lascia un commento